Il busto romano ‘Germanico’ del I secolo si unisce alla collezione Getty Villa

Marzo 21, 2022 by Nessun commento

Il Getty Museum ha acquisito un busto in marmo del primo secolo del generale romano Germanico, figlio adottivo di Tiberio e padre di Caligola.

” Questo splendido busto di ritratti aggiunge una straordinaria scultura alla collezione di ritratti romani della Villa”, affermano Timothy Potts, Maria Hummer-Tuttle e Robert Tuttle Direttore del J. Paul Getty Museum. “È tra i ritratti più belli e meglio conservati del giovane Germanico al momento della sua adozione nel 4 d.C. da suo zio, il futuro imperatore romano Tiberio e integra piacevolmente altri busti romani nella collezione di antichità della Villa.”

Il busto raffigura il giovane Germanico davanti alla depositio barbae, la prima rasatura rituale romana della barba. Mentre l’immagine, o il tipo di ritratto, è stato creato al momento della sua adozione, questo busto è un ritratto postumo del generale popolare, che veniva curato per essere imperatore ma morì giovane. Oggi sono note dieci copie del ritratto “tipo di adozione ” di Germanico-identificato dai tratti del viso e dall’attenta disposizione delle ciocche di capelli sulla fronte.

Germanico (15 a.C.–19 d. C.) fu un generale di successo e immensamente popolare sia tra i militari che tra i cittadini romani, ma non salì mai al trono a causa della sua morte all’età di 33 anni, cinque anni dopo il regno di Tibero. Le circostanze della sua morte sono state ritenute sospette e legate al suo richiamo di Gneo Calpurnio Piso, il governatore della Siria. Germanico ricevette ampi onori postumi decretati dal senato e fu venerato come la versione di Roma di Alessandro Magno.

Aderendo al Getty Villa Museo del ritratto Romano scultura, il busto, complementi di forza del museo partecipazioni di giulio-Claudia imperiale ritratti in mostra, tra cui il ritratto di Germanico’ nonna Ottavia Minore; il calcedonio busto di sua madre, Antonia Minore; il marmo ritratti di suo figlio, Caligola, e di sua figlia, Agrippina Minore, così come teste di marmo di suo padre, zio e padre adottivo di Tiberio, e il suo grande zio Augusto.

Il busto era a lungo parte della collezione dei Conti di Elgin e Kincardine e potrebbe essere stato acquistato a Roma già nel 1798 da Thomas Bruce, vii conte di Elgin (1766-1841). È rimasto con gli eredi di Elgin a Broomhall House in Scozia fino al 2012 quando è stato venduto all’asta a New York a un collezionista privato.

Il busto sarà esposto per la prima volta a dicembre 2021 come parte di una mostra che evidenzia nuove acquisizioni – Recenti acquisizioni 2021: Collecting for the Museum – al Getty Center e poi andrà in mostra permanente al Getty Villa Museum nella galleria di scultura imperiale romana nel 2022.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.